Le batterie al litio non sono più tanto adatte agli smartphone odierni

Secondo nuovi studi pare che le batterie agli ioni di litio potrebbero presto arrivare al loro epilogo. Lo riporta The Washington Post in una delle sue ultime pubblicazioni. Cosa significa nello specifico? In pratica, le batterie di questa tipologia che da sempre alimentano gli smartphone non sarebbero più in grado di durare a lungo con le nuove tecnologie. E’ infatti evidente come i dispositivi di ultima generazione abbiano bisogno di maggiore energia per poter conferire prestazioni di tutto rispetto.

Ma per poter appurare quanto detto, alcuni esperti hanno deciso di eseguire dei test confrontando gli smartphone di ultima generazione con modelli più datati per poter verificare l’autonomia. Naturalmente per poter trarre delle giuste e valide considerazioni, tutti i modelli presi per l’esame in questione sono stati ricaricati mediante lo stesso caricabatterie e impostati d’altro canto con la stessa luminosità.

Ebbene, da quello che è emerso è davvero sconcertante: in confronto all’iPhone X, l’ultimo gioiello di casa Cupertino, iPhone XS ha una durata di oltre 20 minuti più ridotta, mentre il nuovo Google Pixel 3 si scarica addirittura un’ora e mezza prima del suo predecessore. Secondo QNovo, la causa è dovuta al fatto che gli smartphone di ultima generazione richiedono maggiore energia. E sebbene le batterie agli ioni di litio migliorano di anno in anno, il consumo di energia cresce a dismisura a causa dei display e della connettività sempre più avanzata.

In particolar modo la causa di questo spreco di energia risiede nel display ad alta risoluzione. Bisognerà trovare una soluzione per ovviare a tale problematica, se da una parte le prestazioni dei telefoni migliorano di anno in anno, d’altro canto occorre assicurare una maggiore autonomia per far si che si possa usufruire a 360° delle suddette prestazioni.

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: