iPhone 8, 8 Plus e X potrebbero subire cali prestazionali con iOS 12.1 a causa della batteria

Brutte notizie sono arrivate, relative a iPhone 8, 8 Plus e X. Vi ricordate lo scandalo della casa di Cupertino in merito all’obsolescenza programmata degli smartphone senza la comunicazione di alcuna notizia ai possessori del dispositivo? Forse non tutti ne siete a conoscenza, ma Apple è stata incolpata anche dall’antitrust italiano per aver messo in atto un procedimento poco giusto, ovvero rallentare gli smartphone attraverso l’installazione obbligatoria di alcuni aggiornamenti (senza dare alcuna comunicazione all’utente dell’accaduto).

Questo, secondo alcuni utenti, in maniera tale che l’utente vedendo il proprio dispositivo rallentato durante l’esecuzioni delle funzioni e notando l’esaurirsi quasi immediato della batteria procedesse all’acquisto del dispositivo o al cambio della batteria stessa. L’azienda si era scusata di tale comportamento, e di conseguenza i possessori di uno smartphone con batteria esaurita hanno proceduto alla sostituzione della stessa, pagandola al prezzo di 29,00€ anzichè 89,00€.

Ma a quanto pare in queste ultime ore si sta riproponendo lo stesso problema: con gli aggiornamenti ad iOS 12.1, gli iPhone 8, 8 Plus e X potrebbero subire rallentamenti qualora la batteria risultasse esaurita o fosse in fase di deterioramento. Il comunicato questa volta arriva direttamente da Apple sul sito ufficiale. I problemi che potrebbero insorgere sono: una retroilluminazione diminuita, un rallentamento dello scorrimento delle immagini, un avvio delle varie applicazioni in modo più lento.

Ma c’è una buona notizia in merito: gli iPhone 8, 8Plus e X grazie all’hardware migliore di cui sono dotati, non subiranno tempi di rallentamento molto lunghi, pertanto gli utenti difficilmente si accorgeranno di tale cambiamento, mentre per i telefoni più datati il rallentamento sarà più visibile. Ricordiamo a tutti i lettori che la sostituzione della batteria continua ad avere il prezzo di 29,00 anzichè 89,00€ fino  al 31 dicembre 2018, pertanto, chi dovesse cambiarla per i problemi citati in precedenza lo potrà tranquillamente fare.

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: