Recensione My Hero One’s Justice

My Hero One’s Justice è il primo titolo ispirato alla famosa serie animata ad arrivare in Occidente. A precederlo troviamo solamente il poco riuscito My Hero Academia: Battle for All, esclusiva 3DS per il mercato giapponese nel maggio del 2016. L’opera ha riscosso un successo planetario sin dalla sua uscita sul piccolo schermo, e anche in Italia i consensi non hanno tardato ad arrivare. Midoriya e compagni hanno da subito conquistato i cuori dei fan, che si sono ritrovati però senza una degna trasposizione videoludica dell’anime. I ragazzi di Byking hanno fatto del loro meglio per regalare ai fan un’esperienza all’altezza dello show, ma saranno riusciti nel loro intento? Venite a scoprirlo con noi.

Partiamo con l’analizzare la modalità principale del titolo: la campagna. La storia narrata all’interno di My Hero One’s Justice non riprende gli eventi dall’inizio della serie ma li spiega attraverso un riassunto iniziale, proiettandoci direttamente all’incontro di Midoriya Izuku con Gran Torino. La trama è raccontata tramite finestre di dialogo, tavole animate e cutscene in game, nulla di particolarmente entusiasmante ad esser sinceri. La longevità si attesta sulle 4 ore di gioco e ci fa vivere le avventure di Deku e compagni sia dal punto di vista degli Hero che dei Villain. Una volta terminata la prima parte della modalità single player infatti, ci ritroveremo a poter vivere le avventure dal punto di vista dei nemici.

Il gameplay del titolo è quello classico dei fighting game arena 3D.

Il gameplay del titolo è quello classico dei fighting game arena 3D, e ne eredita purtroppo anche tutti i problemi, a partire dalla pessima gestione della telecamera. Durante gli scontri più volte vi ritroverete a non capire esattamente cosa stia succedendo. I combattimenti avvengono su più livelli. Spesso vi capiterà di combattere sulle pareti di un palazzo o in aria e i cambi repentini di camera rendono il tutto piuttosto confusionario.

Siete pronti a impersonare i vostri Eroi preferiti?

In My Hero One’s Justice avrete vostra disposizione avrete tre colpi speciali, due mosse finali, una mossa di attacco e una di contrattacco. Quest’ultima risulta essere piuttosto utile mentre venite percossi, poiché grazie ad essa potrete assorbire per un breve periodo di tempo i colpi nemici, un po’ come il focus introdotto in Street Fighter IV. Sotto al vostro indicatore di salute è presente una barra azzurra, riempirla vi consentirà di lanciare mosse finali e colpi speciali. È presente all’interno del gioco anche la possibilità di utilizzare un dash in qualsiasi momento e di effettuare doppi salti. Ad ogni scontro potrete anche contare sull’aiuto di due support, che però si ricaricano molto lentamente, dovrete quindi scegliere il momento più adatto per utilizzarli. Le combo sono attuabili tramite la semplice pressione di un tasto, dunque il gameplay risulta essere piuttosto semplicistico e rischia di annoiare dopo poche ore.

Purtroppo il titolo non è bilanciato al meglio e alcuni character risultano essere molto più forti di altri.

Il roster dei personaggi è composto di 20 figure tra Hero e Villain, ognuno con il proprio set di mosse. Purtroppo il titolo non è bilanciato al meglio e alcuni character risultano essere molto più forti di altri, in particolar modo Todoroki. Quest’ultimo infatti oltre a disporre di un’elevata velocità può congelare e bruciare i suoi avversari. Anche Kaminari inoltre risulta essere estremamente veloce e i suoi attacchi ad area lo rendono un avversario piuttosto temibile.

Todoroki è un avversario temibile.

Per quanto riguarda le altre modalità presenti in My Hero One’s Justice troviamo la classica partita in locale, le missioni e una modalità online. Purtroppo avendo provato il gioco con largo anticipo rispetto la data d’uscita non siamo riusciti a trovare nessun avversario sulla rete dunque non possiamo darvi informazioni riguardo ai server di gioco al momento. È disponibile anche la personalizzazione del nostro Hero (o Villain) preferito con una serie di accessori sbloccabili tramite il denaro accumulato in game o svolgendo determinate azioni durante la campagna. Per la nostra esperienza il riuscire a completare la campagna vi permetterà già di ottenere un gran quantitativo di gadget.

I colori accesi e lo stile accattivante utilizzato per menù e scritte in game rendono l’impatto visivo generale degno di nota.

A livello tecnico il titolo non stupisce, ma presenta dei modelli estremamente curati e una distruzione ambientale ben fatta. Le mappe a nostra disposizione sono circa 15 e alcune presentano anche la possibilità di vincere spedendo il nostro avversario fuori dal ring. Purtroppo a causa della pessima gestione della camera vi ritroverete spesso a vedere porzioni nere attraverso i limiti del campo. In ogni caso, i colori accesi e lo stile accattivante utilizzato per menù e scritte in game rendono l’impatto visivo generale degno di nota. Le musiche presenti invece non rendono purtroppo giustizia a quelle della serie animata e sono facilmente dimenticabili.

In conclusione, My Hero One’s Justice risulta essere un gioco con molte potenzialità, purtroppo poco sfruttate dal team di sviluppo. A livello di gameplay il titolo non rende giustizia alla controparte animata, con un feeling dei colpi poco soddisfacente e un sistema di combo estremamente semplice. Indubbiamente i fan della saga apprezzeranno il fatto di poter impersonare i propri personaggi preferiti, ma chi si aspettava anche un buon picchiaduro rimarrà con l’amaro in bocca. Ci troviamo di fronte alla prima incarnazione della saga su console casalinghe e speriamo dunque che i ragazzi di Byking riescano col tempo a migliorare la loro creazione, aggiungendo un gameplay di spessore alla trasposizione videoludica delle avventure di Midoriya & Co.

Recensione My Hero One's Justice
727.2
7.2Punteggio totale

The post Recensione My Hero One’s Justice appeared first on VIGAMUS Magazine - Il Magazine sul mondo dei Videogiochi.

Source: VR News
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: