NVIDIA: magazzini pieni di GPU Pascal per crollo del cryptomining | Rumor

NVIDIA è stata troppo ottimista nello stimare la durata della mania dell’estrazione di criptovalute, e ora si trova con i magazzini pieni di GPU di generazione corrente (Pascal). Così Seeking Alpha e SemiAccurate spiegano i ritardi nell’arrivo sul mercato della generazione successiva.


Il problema è talmente ampio da dare qualche grattacapo al produttore taiwanese. Secondo indiscrezioni, uno dei principali produttori di GPU taiwanesi (uno della “top 3”, dicono) avrebbe restituito a NVIDIA qualcosa come 300.000 chip. Lecito immaginare che anche gli altri (qualcuno, almeno) navighino più o meno nelle stesse acque. Questa indiscrezione non è una voce singola fuori dal coro: si mormora anche che NVIDIA stia comprando grandi quantitativi di chip di memoria GDDR5, confermando che ha tante GPU da trasformare in schede complete


Per NVIDIA, a questo punto, il problema principale diventa smaltire i vecchi chip prima di immettere sul mercato quelli nuovi. Se nella fascia alta ci fosse concorrenza, sarebbe costretta a ridurre notevolmente i prezzi; ma visto che lato AMD una GPU più potente della Vega 64 potrebbe non arrivare prima del 2020, NVIDIA di fretta non ne ha, e può mantenere i prezzi attuali e aspettare qualche mese che i magazzini si svuotino.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: