Kirin 1020, Huawei all’opera sul nuovo processore che raddoppierà le performance di Kirin 970

Anche Huawei, probabilmente ispirata dai recenti progressi di Samsung in merito alla produzione di chipset di fascia alta, sembra essere pronta a dare vita a tre nuovi processori dalle caratteristiche tecniche di tutto rispetto: si tratta di Kirin 710, 980 e del flagship Kirin 1020, destinato ad essere uno dei SoC di punta del 2019.

Se Kirin 710 e 980 sono rispettivamente mirati a competere con Qualcomm e i suoi Snapdragon 710 e 845, quindi con l’attuale generazione di chipset top di gamma, Kirin 1020 sarà un vero e proprio passo da gigante per Huawei. Si tratterà infatti di una soluzione mirata agli smartphone abilitati al 5G, e costruiti con attenzione alle performance complessive richieste dagli utenti Android più attenti ai benchmark.

Kirin 1020 sarà in grado, secondo Huawei, di raddoppiare le capacità dell’attuale Kirin 970, punto di forza di due recenti bestseller quali Huawei P20 e P20 Pro. E’ ovviamente prevista grande enfasi per la controparte AI del chipset, che verrà resa più efficiente da una NPU (Neural Processing Unit) costruita ad hoc: non per nulla, Huawei sta mostrando da diversi mesi parecchio interesse per l’implementazione di funzioni tipiche dell’intelligenza artificiale sui propri device.

Prendendo in considerazione l’attuale roadmap di Huawei, è molto probabile che vedremo Kirin 1020 a bordo dei flagship Huawei Mate 30 e 30 Pro, in arrivo verso fine 2019, nel caso in cui il brand cinese decidesse di adottare delle release date simili a quelle già sperimentate.

Non mancheranno ovviamente confronti con altri pesi massimi della scena, tra cui la serie Exynos e i “soliti” Snapdragon: ancora una volta, si spera che l’input di Huawei renda ancora più competitivi i chipset di nuova generazione.

fonte: anzhuo

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: