Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.388 altri iscritti

RSS Feed

22/06/2018

Samsung Galaxy S10 potrebbe integrare un display “sonoro” da 6.2 pollici: la notch sarà acqua passata?


Il design degli smartphone Android del futuro, tra cui Samsung Galaxy S10, potrebbe prendere una direzione del tutto inaspettata rispetto ai trend attuali, che vedono la famigerata “notch” protagonista di tantissime discussioni tra utenti. Samsung, all’opera sul suo prossimo flagship, potrebbe avere molto da dire a proposito, introducendo un nuovo concept di “display sonoro” che potenzialmente potrebbe rendere la notch trascurabile.

I componenti essenziali al funzionamento dello smartphone, tra cui la capsula auricolare, sarebbero infatti ospitati direttamente nello schermo, come illustrato grazie ad un prototipo speciale di Galaxy S9+ mostrato ad un recente evento della Society of Information Display.

Lo smartphone, che potrebbe aprire le porte al concept finale del prossimo Samsung Galaxy S10, installa un display innovativo in grado di sfruttare la conduzione ossea e la vibrazione del pannello per trasmettere direttamente all’orecchio dell’utente i suoni. Lo schermo, da ben 6.2 pollici, è in grado di operare su frequenze di banda comprese tra i 100 e gli 8000 Hz, in modo da riprodurre in maniera fedele l’audio in un’area circoscritta, in modo che la privacy venga comunque rispettata durante le conversazioni.

La notizia forse non suonerà del tutto nuova a chi è particolarmente informato sulle prossime mosse di Samsung (e di LG) in merito all’arrivo dei display sonori OLED di nuova generazione, che secondo le intenzioni del brand potrebbero fare il loro debutto a bordo dei flagship Android del 2019.

C’è quindi speranza di poter vedere una tecnologia simile integrata su Samsung Galaxy S10 oppure sul successore dell’attuale Note 9, anche se trattandosi di una soluzione parecchio “giovane” saranno necessari diversi test per scoprirne le potenzialità, nei prossimi mesi.

via: ETNews

Source: Hardware

Tags:

Altre storie daHardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: