Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.386 altri iscritti

RSS Feed

19/06/2018

WhatsApp permette l’invio di messaggi anche dagli utenti bloccati. Scoperto un nuovo bug


Chi non ha mai sentito parlare di WhatsApp? Si tratta indubbiamente dell’applicazione di messaggistica istantanea più conosciuta al mondo. Non a caso sono milioni e milioni le persone che ogni giorno la utilizzano. Diversi sono gli aggiornamenti che vengono lanciati per WhatsApp nel corso dei mesi. Ma purtroppo a volte vengono riscontrati anche dei bug, veri e propri malfunzionamenti che compromettono seriamente le funzionalità della nota app. A proposito di ciò, nelle ultime ore è emerso un bug che sta creando non pochi problemi a moltissimi utenti in tutto il mondo.

Il malfunzionamento riguarda stavolta i numeri bloccati da ciascun profilo WhatsApp. Sarà capitato, infatti, un po’ a tutti di non voler essere più contattati in chat da una determinata persona e bloccarne il numero in modo anonimo. Ebbene, in queste ore anche le persona bloccate possono contattarci, creando non pochi disagi e incomprensioni. Niente panico però! Sembra che esista una soluzione, quanto meno temporanea, per arginare il problema. Basterebbe, infatti, sbloccare momentaneamente il contatto bloccandolo nuovamente subito dopo.

In attesa che si trovi una soluzione al problema, di cui non si è ancora parlato, è bene dunque sbloccare gli utenti bloccati se ve ne sono nella propria lista contatti, procedendo poi con il nuovo blocco. Il bug interessa WhatsApp attualmente sia su dispositivi iOS che Android. Non rimane, dunque, che attendere il rilascio di un nuovo aggiornamento che possa porre fine in maniera immediata a questo disagio. Non è piacevole, infatti, ricevere messaggi da persone indesiderate che pensavamo di non dover sentire più, no? Ed è oltretutto fastidioso che gli utenti bloccati siano anche in grado di visualizzare le nostre informazioni più importanti come lo stato o la foto del profilo. Vedremo cosa accadrà!

Via: Independent

Source: Hardware

Tags:

Altre storie daHardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: