Su Google Chrome 66 arriva la realtà virtuale con supporto a Oculus Rift, Windows Mixed Reality e HTC Vive

La nuova versione del browser Google per eccellenza, Chrome, ha debuttato un paio di giorni fa con un’interfaccia grafica rinnovata (nota come “Modern Design”), ed alcuni piccoli accorgimenti di usabilità (il video player con controlli trasparenti) che lo rendono più comodo e veloce da utilizzare. Google Chrome 66, tuttavia, “nasconde” una nuova importante funzione sperimentale, oltre al rinnovamento lato design: si tratta del supporto all’API OpenVR per realtà virtuale creata da Valve, software house che ha dato i natali alla celebre piattaforma Steam e che sembra volersi impegnare in prima persona per una maggiore diffusione della VR in ambito gaming e non solo.

Si tratta della prima versione stabile di Chrome ad ospitare questa funzione, da abilitare digitando come sempre sulla barra degli indirizzi “chrome://flags” selezionando poi l’opzione #openvr alla voce “OpenVR hardware support”. Google Chrome 66 apre così le porte a tutti i più popolari visori VR, tra cui Oculus Rift, HTC Vive, e gli headset incentrati sulla piattaforma Windows Mixed Reality.

Non occorrono particolari requisiti software per sperimentare questo nuovo aspetto di Chrome 66: la funzione richiede semplicemente Windows 10 e le piattaforme Steam e SteamVR già installate. Dopodiché non dovremo fare altro che visitare una pagina web compatibile con lo standard WebVR e goderci il “panorama” attraverso il nostro visore.

Al momento, trattandosi di una feature sperimentale, è ovviamente richiesto agli utenti di chiudere un occhio per quanto riguarda eventuali crash durante il caricamento delle pagine oppure qualche lag durante la navigazione. Possiamo comunque essere certi del fatto che in una prossima major release di Chrome troveremo questa funzione nella sua veste ufficiale, molto più stabile e compatibile con la maggioranza dei siti WebVR.

via


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: