Le CPU Intel utilizzeranno la GPU per rilevare i malware

Intel ha annunciato l'arrivo di nuove funzionalità mirate a migliorare la sicurezza delle proprie piattaforme hardware, si tratta in dettaglio della tecnologia Intel Threat Detection (TDT). La vicenda Meltdown e Spectre ha scosso in modo importante il mondo dei produttori di hardware e software, in particolare Intel e i suoi processori, affetti da entrambe le vulnerabilità.

L'azienda americana ha lavorato duramente in collaborazione con i partner e soprattutto con Microsoft, arrivando a risultati che forse non soddisfano tutti, ma che dimostrano comunque un impegno deciso per migliorare l'aspetto sicurezza sulle proprie piattaforme. Intel Threat Detection è una tecnologia integrata direttamente sui processori che prevede due funzionalità, Advanced Memory Scanning e Advanced Platform Telemetry.

Advanced Memory Scanning è una funzionalità mirata a rilevare e contrastare particolari tipi di malware che sono compilati per non scrivere sul disco di sistema, rimanendo invece attivi in memoria. Questa peculiarità ha alcuni vantaggi e svantaggi per il malware: da un lato ne diminuisce l'efficacia, perché deve infettare la macchina a ogni suo avvio, dall'altro però risulta più difficile da rilevare con i classici software anti-malware.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: