Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

RSS Feed

20/02/2018

Room Tour Riccardo Palombo // Parte 2


Seconda parte dell'approfondimento dedicato alla mia nuova postazione lavorativa. Vi ho già spiegato perché ho spostato la scrivania al muro, quale piano ho scelto, come l'ho assemblato. Vi ho parlato della sedia ergonomica e degli accessori di ricarica, di come ho nascosto i cavi e del perché ho voluto provare due supporti monitor differenti. Adesso è tempo di discutere l'hardware e la routine di lavoro. Quale PC uso? Perché ho due monitor così distanti? E i sistemi operativi? Le tastiere? Le trackball? Continuate a leggere.

Guarda la prima parte del video tour!

Sistemi operativi e software

Negli ultimi quattro anni ho lavorato giorno e notte con un MacPro 3.1 potenziato al massimo. Adesso la mia giornata inizia su Linux e finisce su Windows 10. Uso Manjaro Linux per scrivere, navigare, gestire tutto quel che non è multimedia e montaggio video. Ho il windows manager i3 e la barra Polybar per la velocità, la personalizzazione, la complessità nella gestione delle finestre. La divisione per «tile» mi fa spostare le pagine web, i terminali, il file manager, Whatsapp, Skype, Telegram in modo molto più veloce di Windows e macOS, con scorciatoie da tastiera e pochi movimenti del cursore. Ecco perché preferisco avere tra le mani una tastiera meccanica. Manjaro è un test, una via comoda, ma ho come obiettivo una Arch Linux installata a dovere.

Poi ci sono motivi ideologici (non voglio pagare licenze, accettare contratti, inviare dati statistici quando non è necessario) e questioni professionali. Linux mi permette di conoscere nuovi software, nuovo codice - e di imparare ad usarlo nel modo corretto. Per dirne una: nei giorni mi segno quel che vorrei approfondire (che sia un servizio di rete, la particolare configurazione di un «demone» o un banale software per estrarre i colori da una foto così da applicarli a .Xresources) poi la domenica mattina mi alzo prima del solito, mi faccio un caffè più grande del solito, e studio, applico, compilo, provo a capirci di più. Io lo chiamo «Unixday» - quando posso, lo faccio durare per gran parte della giornata.


Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Amazon a 148 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware

Altre storie daHardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: