Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.359 altri iscritti

RSS Feed

25/05/2018

The Evil Within 2: la nostra recensione


Il genere del survival horror è tornato in auge anche grazie a The Evil Within, avventura sviluppata da Tango Gameworks in grado di dare ai giocatori un'esperienza non proprio originale, ma comunque davvero interessante. Sul mercato arriva The Evil Within 2, questa volta però seguito dal padre di Resident Evil, Shinji Mikami, solamente in veste di producers.

Gli sviluppatori hanno quindi deciso di variare le carte in gioco catapultando il videogiocatore in un'avventura apparentemente più libera e varia che mantiene comunque qualche piccola problematica. Andiamo quindi ad analizzare The Evil Within 2.

TRAMA

The Evil Within 2 si posiziona cronologicamente qualche anno dopo il termine del primo capitolo. Ancora una volta lo STEM è il vero protagonista della vicenda, congegno sfruttato da Mobius per creare Union, location che ripropone lo scheletro di una cittadina americana popolata da persone provenienti dal mondo reale attraverso la forza della mente di Lily, figlia del detective Castellanos e creduta morta durante un incendio. Alla nuova scomparsa della bimba, il mondo creato si trova di fronte ad un vero e proprio collasso a causa del caos scatenato da alcuni psicopatici, pronti a sfoderare il proprio istinto omicida. Castellanos dovrà nuovamente sistemare le cose e salvare la piccola Lily.


L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Tiger Shop a 695 euro oppure da Amazon a 748 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Game News

Altre storie daVideogiochi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: