Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1.478 altri iscritti

RSS Feed

17/07/2018

Recensione Dell Alienware 13 R3 con display OLED


I portatili Dell Alienware non sono come gli altri. Restano macchine da gaming, ma hanno stile e tante personalizzazioni diverse dal solito. Ad esempio, le 7 zone colorate da personalizzare via software AlienFX (3 sulla tastiera, poi tasto di accensione, scritta sotto il display, touchpad e alieno sul coperchio), oppure il design con il retro sporgente, o ancora la porta AMP per il collegamento di docking station o GPU esterne. Anche la loro qualità costruttiva è migliore dei gaming laptop attuali: sono un mix di alluminio e plastica rifinito con parti lucide e parti opache, appena morbide, sempre comode per poggiare i polsi.

Infine la tastiera: è in contrasto con la tendenza attuale e non è ad isola, ma ha tasti da 18x18 mm con una corsa di 22 mm e lettere grandi, di spessore differente in base alla funzione. Al di là degli effetti scenici della sua particolare retroilluminazione, io l'ho trovata comoda e precisa proprio perché i tasti sono più larghi del solito. Si sbaglia poco, e c'è il giusto rapporto tra spazio dedicato al poggiapolsi e vicinanza al display. Riesco a premere i tasti funzione senza allungare troppo le dita e localizzo il pad direzionale leggermente spostato in basso senza doverlo guardare. È una tastiera silenziosa, perfetta per chi deve scrivere in zone che richiedono discrezione. Ho solo un appunto: il Backspace del mio modello ha un suono diverso dagli altri tasti, come se sotto ci fosse un qualche fastidio. E' un sample per la stampa, ma se fosse nuovo avrei dovuto mandarlo in assistenza.

I Dell Alienware non sono portatili comuni, ma il mio modello da 13 pollici ha un'altra caratteristica di nicchia: il display OLED. Per due settimane ho avuto il piacere di affacciarmi ad Internet guardando uno schermo di questa qualità. E' un pannello Samsung QHD con luminosità media di 358 nit, copertura sRGB del 147%, copertura AdobeRGB del 93%, contrasto tendente all'infinito e una latenza così bassa, un tempo di risposta, non misurabile dai normali strumenti.


Spendere poco per avere tanto? Huawei P9 Lite, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 199 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Game News

Altre storie daVideogiochi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: