Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.361 altri iscritti

RSS Feed

19/04/2018

WannaCry, sempre più concreta la pista del Lazarus Group


Qualche giorno fa, immediatamente a ridosso dell'attacco ransomware mondiale che ha preso in ostaggio i file di circa 300.000 computer con vecchie versioni di Windows, gli esperti di sicurezza avevano subito attribuito la responsabilità al Lazarus Group, un gruppo di hacker con connessioni alla Corea del Nord, già identificato come autore dell'attacco a Sony Pictures del 2014. Poche ore fa i ricercatori di Symantec hanno pubblicato un post molto lungo (e molto tecnico; chi si vuole cimentare è avvisato) che avvalora questa teoria, senza però giungere a delle conclusioni inconfutabili.

Symantec nota molte somiglianze nel codice sorgente del malware con altri attacchi attribuiti al gruppo: in particolare quello di Sony già citato nel 2014 e quello alla banca centrale del Bangladesh del 2016, in cui erano stati rubati circa 81 milioni di dollari.

La Corea del Nord ha ovviamente negato ogni coinvolgimento, parlando apertamente di "deplorevole campagna di diffamazione", ed è anche possibile - probabile, addirittura - che questa volta abbia ragione. In genere gli obiettivi di un hack governativo non sono i soldi - tra l'altro relativamente pochi: hanno appena superato i 100.000 dollari. Potrebbe darsi che il denaro fosse solo un effetto collaterale e l'obiettivo primario fosse seminare il caos, ma sembra un'ipotesi meno plausibile.


L'atipico che non delude in Italia? Meizu MX6, compralo al miglior prezzo da Media World a 299 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware

Altre storie daHardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: