Google Stadia: specifiche tecniche del server, GPU AMD custom da 10,7 TFLOPS

Google Stadia, ufficializzata ieri, è la nuova piattaforma per i giochi in streaming. Come tale, solleva l’utente dal vincolo di possedere un hardware più o meno costoso per l’esecuzione in locale del titolo, sfruttando una soluzione cloud che demanda il compito a server remoti. Tutto ciò di cui l’utente finale necessità è un browser e una connessione ad internet adeguata. In occasione della presentazione di Stadia, lo staff della casa di Mountain View ha fornito indicazioni più dettagliate sulle caratteristiche hardware di tali server.


Nello specifico, ciascun server (non sfugga il riferimento a ciascuno perché servirà a breve) è equipaggiato con:


  • GPU custom AMD
    • 10,7 terapflops
    • 56 unità di calcolo
    • Memoria HBM2

  • CPU
    • Processore x86 custom
    • Frequenza da 2,7 GHz
    • Supporto Hyperhread
    • AVX 2

  • Memoria:
    • 16GB di RAM
    • Velocità di trasferimento dei dati sino a 484GB/s
    • Cache L2+L3 di 9,5MB

Google stessa, per offrire un parametro di riferimento, ha confrontato il dato dei 10,7 TFLOPS della GPU con la potenza di elaborazione grafica di PS4 Pro e Xbox One X espressa nella stessa unità di misura – rispettivamente 4,2 e 6 FTLOPS. Il confronto sarà probabilmente considerato poco significativo da chi per giocare ha scelto un PC piuttosto che una console. I 10,7 TFLOPS rappresentano infatti un valore che può essere raggiunto e superato dalle attuali schede video di fascia alta – per non andare troppo oltre l’ambito AMD, la recente Radeon VII fa di meglio, al pari della Nvidia RTX 2080 Ti. Altra considerazione potrebbe riguardare il numero di unità di calcolo della singola GPU (56) che eguagliano il valore di una RX Vega 56 lanciata alla fine del 2017.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: