Microsoft Surface Hub 2 sarà modulare: processore sostituibile

Microsoft ha fornito ulteriori dettagli sulla prossima versione del ''mega tablet'' Surface Hub rivolto agli utenti aziendali, ma sempre in grado di catturare l'attenzione del pubblico dei techno-fan. Nel corso della conferenza Microsoft Ignite, la casa di Redmond ha svelato ulteriori dettagli sul prodotto annunciato per la prima volta a maggio scorso. Uno dei principali elementi di novità rispetto al precedente modello sarà il design modulare del prodotto che permetterà di aggiornare la piattaforma hardware.

Nello specifico, quella che viene identificata come processor cartridge potrà essere rimossa, aggiornata e sottoposta a manutenzione nel tempo, consentendo di estendere il ciclo di vita del prodotto - e nel caso di un dispositivo costoso come il Surface Hub si tratta di un accorgimento che dovrebbe essere quanto mai gradito dal target di riferimento, ovvero l'utenza aziendale. Microsoft ha poi confermato che le spedizioni del nuovo Surface Hub prenderanno il via nel corso del secondo trimestre 2019.

Le prime unità saranno equipaggiata con una piattaforma software denominata Surface Hub 2S, basata sulla stessa versione di WIndows 10 che si trova nel Surface Hub ora in commercio. Le funzioni peculiari del nuovo modello - come la possibilità di collegare fino a quattro unità in modalità ritratto o landscape - saranno rese disponibili solo in seguito con l'aggiornamento Surface Hub 2X indicativamente previsto per il 2020. Non si tratterà di un semplice aggiornamento software, tuttavia, visto che per portarlo a termine gli utenti dovranno aggiornare anche il processore (tramite la sopra citata processor cartridge).


Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 389 euro oppure da Media World a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: