Apple e Huawei guidano la corsa ai 7nm: Qualcomm e Mediatek devono attendere

Apple e Huawei potrebbero avere un vantaggio molto importante rispetto ai propri concorrenti, stando ad un nuovo report condiviso da Digitimes. Secondo la testata, Qualcomm e MediaTek - i due principali produttori di SoC utilizzati sulla quasi totalità degli smartphone Android - hanno posticipato i loro piani per il rilascio delle prime soluzioni basate sul processo produttivo a 7nm a causa dell'elevato costo da fronteggiare per poter realizzare un SoC basato su questo nodo.

Qualcomm e MediaTek, invece, hanno preferito rafforzare la propria offerta di prodotti di fascia media, puntando sullo sviluppo di SoC a 12/14nm e hanno investito maggiori risorse nello sviluppo delle nuove tecnologie legate al 5G, in modo da essere pronti a farle debuttare in occasione del lancio della loro prima generazione di SoC a 7nm, attesa ora per il 2019 e non più il 2018.

Ovviamente il riferimento va alla data di presentazione e non al momento in cui queste tecnologie giungeranno sul mercato: lo scorso anno Qualcomm ha presentato Snapdragon 845 a dicembre, ma abbiamo dovuto attendere quasi 3 mesi prima di vederlo sul mercato. Questo significa che vi è la possibilità che i primi Snapdragon 855 possano giungere in commercio con qualche mesi di ritardo rispetto ai predecessori a 10nm LPP, d'altronde sembra che i lavori sul nodo a 7nm siano talmente costosi da aver indotto anche GlobalFoundires a gettare la spugna e che la stessa HiSilicon abbia dichiarato di aver investito almeno 300 milioni di dollari nello sviluppo di questa generazione.


Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Clicksmart a 389 euro oppure da ePrice a 457 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: