Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro: arriva la certificazione ECC, lancio sempre più vicino

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro hanno catalizzato l’attenzione degli appassionati del settore su di sé. Mancano ancora alcuni mesi al lancio ufficiale, previsto per il prossimo ottobre ma non passa giorno che i due dispositivi non siano protagonisti di nuove indiscrezioni. Grazie a queste si conoscono alcuni dettagli importanti sui due smartphone che, se confermati, ne faranno sicuramente un fiore all’occhiello per la nota azienda cinese. Huawei Mate 20 e il Mate 20 Pro, però, hanno appena tagliato un traguardo fondamentale per tutti gli smartphone di prossima uscita. Sono, infatti, stati certificati in Europa dall’ECC, ovvero dalla Commissione Economica Eurasiatica.

Huawei ha ottenuto questa certificazione anche per un altro dispositivo che lancerà prossimamente ovvero l’Y9 (2019). Tornando ad Huawei Mate 20 e alla sua versione Pro, non emerge nulla di nuovo per quanto concerne le principali specifiche tecniche dei due device cinesi. Viene però precisato che il sistema operativo che verrà eseguito da entrambi i modelli sarà Android Pie 9.0, proprio come alcune voci avevano insistentemente anticipato nei giorni scorsi. A questo si assocerà EMUI 9 con tutte le personalizzazioni di Huawei che ne conseguono.

Sempre in base ad indiscrezioni passate, pare che Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro avranno un pratico lettore di impronte digitali integrato nel display, aspetto per cui saranno un passo avanti rispetto ai diretti concorrenti di Samsung. Non esiste dispositivo Samsung, infatti, che per il 2018 abbia integrato lo scanner biometrico nello schermo! Tra l’altro, i display dei due smartphone dovrebbero essere enormi, ed arrivare nella versione potenziata, fino a 6,9 pollici. Le voci sono un po’ più fredde per quanto concerne il processore che alimenterà i due smartphone. Potrebbe comunque trattarsi di un Kirin 980 in abbinamento con una RAM da 6 GB e una memoria interna da 128 GB. Nessuna conferma, comunque! Ed è anche troppo presto per aspettarsela. Non rimane che attendere!

fonte

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: