Android Pie Go Edition previsto per l’autunno: sarà ancora più prestante sugli smartphone low-end

E’ arrivato ufficialmente il 20 luglio scorso l’ultimo sistema operativo di Google, Android 9.0 Pie. Come abbiamo visto, invece, è arrivato con diverso anticipo. E adesso, tra qualche settimana, sarà il turno di Android Pie Go Edition, del quale si inizia già a parlare. La variante light di Android Pie finirà su tutti gli entry-level compatibili e porterà, rispetto alla versione precedente, ovvero Android Oreo Go Edition, diversi tipi di miglioramento. Il principale riguarda la capacità di archiviazione che viene incrementata di 500 MB. E’ pur vero che siamo abituati a cifre maggiori ma se pensiamo ad uno smartphone con appena 8 GB di memoria interna, comprendiamo che 500 MB in più possono essere molto importanti.

Android Pie Go Edition

Ma le novità introdotte da Android Pie Go Edition non sono finite di certo qui! Google, infatti, ha introdotto una particolare dashboard in modo che gli utenti possano tenere al meglio sotto controllo il proprio consumo dati. Molto utile specialmente quando i dati inclusi nel proprio abbonamento non sono tanti e tendono a finire in fretta! Diverse ottimizzazioni riguardano anche il comparto sicurezza, l’avvio più veloce e l’introduzione di alcune di quelle che sono le principali peculiarità di Android Pie, ovvero la luminosità adattiva o emoji tutte nuove per comunicare al meglio il proprio stato d’animo a parenti ed amici e personalizzare i propri messaggi.

I tempi per l’arrivo ufficiale di Android Pie Go Edition sono tutto sommato brevi. E’ infatti atteso per il prossimo autunno. Andrà ad incrementare le potenzialità di dispositivi Go Edition con 1 solo GB di RAM e memorie interne che arrivano al massimo a 16 GB con l’opportunità per questi smartphone di eseguire app che altrimenti non sarebbero compatibili. Le app in questione sono studiate appositamente per Android Go e, non a caso, sono più leggere delle versioni standard. Tra queste ricordiamo, ad esempio, Google Go o Maps Go, attualmente disponibili su tutti i dispositivi con Oreo Go Edition.

Fonte: Googleblog

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: