Intel svela gli SSD NVMe 660p con memorie QLC

Intel non perde tempo e in occasione del Flash Memory Summit risponde a Samsung e al suo SSD QLC da 4TB con i nuovi SSD 660p, i primi dell'azienda statunitense a utilizzare le memorie NAND QLC (Quad-Level Cell) per il mercato consumer. A differenza del competitor però, Intel snobba l'interfaccia SATA e propone tre nuovi drive con formato M.2 e interfaccia PCI-E gen 3.0 x4 (NVMe 1.3), rispettivamente con capacità di 512GB 1 e 2 TB.

Più in dettaglio si tratta di chip di memoria 3D 64-layer da 1 terabit, affiancati da un controller Silicon Motion SM2263 e da una cache DDR3 da 256MB.

Per ottimizzare le prestazioni, lontane dalle NAND SLC, Intel utilizza il cosiddetto caching SLC, con risultati che almeno sulla carta sono piuttosto buoni. Più in dettaglio, la variante da 512GB può utilizzare da 6 a 76GB di cache, mentre i modelli da 1 e 2 TB si spingono rispettivamente a 12/140GB e 24/280GB.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: