Memorie NAND, prezzi in calo fino al prossimo anno

I prezzi delle memorie NAND sono destinati a scendere ulteriormente fino a tutto il primo semestre del 2019, una buona notizia per i produttori di SSD ma soprattutto per i consumatori che potranno mettere le mani su drive sempre più capienti ed economici. A confermare questo trend, già anticipato a inizio estate, è il nuovo report di DRAMeXchange, che, oltre a constatare l'attuale andamento del mercato NAND, afferma che il prezzo dei chip di memoria NAND è destinato a scendere ulteriormente del 10% sia nel terzo che nel quarto trimestre del 2018.

Secondo la fonte, le cause di questa flessione sono da attribuire a una domanda attualmente in flessione che invece contrasta con un'offerta decisamente alta da parte delle aziende produttrici. In questo contesto i produttori potrebbero essere spinti a proporre SSD sempre più capienti a parità di prezzo, alzando anche l'asticella prestazionale sui prodotti di nuova generazione.

Insieme ai chip NAND, infatti, anche i controller sono sempre più ottimizzati ed economici, permettendo alle aziende di essere sempre più competitive verso colossi come Samsung, che, inutile dirlo, è leader in questo segmento di mercato. Il produttore sudcoreano da anni guida il mercato SSD; prodotti come gli SSD Samsung 960 e 850 (EVO/PRO) sono stati punti di riferimento negli ultimi anni, tuttavia i competitor si sono avvicinati e ora riescono a proporre prodotti dello stesso livello a prezzi accettabili.


Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Tiger Shop a 408 euro oppure da Amazon a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: