Recensione Xiaomi Mi Band 3: economica, leggera e poco precisa

Partiamo da qui. Xiaomi Mi Band 3 è un nuovo braccialetto da 20 grammi e 12 millimetri di spessore, del tipo da collegare ad uno smartphone Android o iOS. Ha uno schermo touchscreen che si comanda con movimenti a croce, ed è progettato per mostrare le notifiche, segnalare le chiamate in arrivo, gli SMS, l’ora, il meteo, le statistiche sull’attività fisica, il cronometro, la sveglia. Nella sua dotazione hardware spicca il cardiofrequenzimetro attivo 24 ore su 24, così come la batteria da 110 mAh per 20 giorni di autonomia reale. Inoltre, a differenza della vecchia versione, è impermeabile fino a 5 ATM e quindi adatto ad immersioni di 50 metri.


Mi Band 3 costa solo 29 euro se importata direttamente dalla Cina, poco meno del doppio se comprata da negozi europei. Nel primo caso c’è il rischio del blocco in dogana e non c’è supporto e assistenza; nel secondo si ha almeno la copertura fornita dal venditore. Ad inizio luglio 2018, non ci sono informazioni certe sulla sua distruzione nei centri di Xiaomi Italia – ma dovrebbe essere solo questione di tempo.

Mi Band 3 è l’evoluzione della Mi Band 2 uscita due anni fa. Adesso ha un display Passive Matrix OLED (PMOLED) migliore per i consumi ma ancora inadatto all’esterno: sotto al sole non è visibile; all’ombra, si nota appena; con occhiali polarizzati, in verticale, diventa completamente scuro. Il tornaconto è una risoluzione di 128 x 80 pixel (era 72 x 40 px) con lo spazio sufficiente per 26 caratteri cinesi, una gran parte del testo delle notifiche, le informazioni contestuali richieste dalla funzione attiva. Quest’anno lo schermo è meglio integrato nel bracciale; protetto da un vetro Gorilla Glass con angoli curvi 2.5D, permette un design più lineare e una struttura più solida. L’unico pulsante di gestione è adesso installato sotto al vetro, leggermente scavato proprio sopra di lui


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 889 euro oppure da ePrice a 993 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: