Un exploit su Nintendo Switch mette a rischio la sicurezza della console

Nintendo Switch è una delle console migliori di sempre. Lo confermano le tante recensioni positive degli esperti del settore e la soddisfazione degli utenti, ma anche i dati delle vendite: basti pensare che la console del colosso nipponico ha fatto registrare record su record nell’anno 2017, e la tendenza per quest’anno sembra praticamente la stessa. Un dispositivo straordinario, quindi, che però fa “gola” anche a chi non è spinto da buone intenzioni.

Sono molti, infatti, gli hacker e i modder che provano periodicamente ad aggirare la protezione di Nintendo Switch tramite degli exploit che possono garantire l’accesso al sistema. Una paura che sta diventando sempre più concreta in queste ore, anche se la scoperta è di alcuni mesi fa. Lo sviluppatore Kate Temkin ha infatti individuato un exploit del chip Nvidia di Nintendo Switch che potrebbe fungere da autentico “passepartout” per i pirati informatici.

L’exploit è stato denominato Fusée Gelée, e non è altro che un bug che consente agli hacker di intrufolarsi nella memoria di Nintendo Switch e una volta lì prendere il possesso dell’intero sistema, modificandolo a piacimento. Al momento, Nintendo non è in grado di risolvere il problema: una patch non basta, dato che la vulnerabilità è presente solo nel chip Nvidia Tegra X1. Bisognerebbe intervenire sull’intero hardware, magari con un nuovo modello, ma i precedenti resterebbero comunque “a rischio”. La Grande N non ha ancora rilasciato comunicazioni ufficiali, ma di certo il problema è serio e va affrontato celermente.

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: