Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.386 altri iscritti

RSS Feed

18/06/2018

Google e la realtà virtuale che verrà


Daydream View

Google svelerà a maggio un nuovo visore per la realtà virtuale dotato della più alta risoluzione mai vista e con una elevata frequenza di aggiornamento.

Google prevede di introdurre un display VR da 4,3 pollici con una risoluzione di 18 megapixel durante la conferenza SID (Society for Information Display), soprannominata Display Week, che si terrà a fine maggio. Lo schermo sarà probabilmente prodotto da LG Display e destinato a visori per la realtà virtuale, offrendo un ampio campo visivo e un rapporto di pixel per pollice (ppi) di 1.443 pixel utilizzando la tecnologia di visualizzazione OLED.
È quanto si apprende dal programma che anticipa la conferenza Display Week 2018, rivelando dunque quello che sarebbe l’imminente progetto di Google per un display OLED per visori a realtà virtuale dotato della più alta risoluzione mai vista su un device del genere. I migliori display VR consumer oggi hanno infatti una risoluzione di 2 megapixel per occhio con un campo visivo di 110 gradi. Il VP della divisione AR / VR di Google, Clay Bavor, ha dichiarato lo scorso anno che la società «ha collaborato profondamente con uno dei principali produttori OLED al mondo per creare un display OLED VR-compatibile con 10 volte più pixel rispetto a qualsiasi display VR attualmente disponibile sul mercato», suggerendo che il pannello in fase di sviluppo raggiungerebbe 20 megapixel, mentre in realtà i megapixel sarebbero 18 ma con le stesse implicazioni.
Uno schermo con una risoluzione così alta, intorno ai 5500 x 3000 pixel, offrirebbe chiari vantaggi in termini di performance e di velocità in tema di scambio di dati, ma non solo: pare che il display, probabilmente prodotto da LG, supporterà una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, superiore ai 90 fotogrammi al secondo che possono causare nausea e sensazioni di vomito, sintomi tipici della chinetosi. La prospettiva di vedere presto sul mercato un visore per la realtà virtuale dotato di schermo dall’altissima risoluzione, alta densità e frequenza di aggiornamento elevata appare indubbiamente interessante, ma non è chiaro se ciò che Google dovrebbe annunciare il 22 maggio alla Display Week sarà già pronto per l’uso da parte dei consumatori.

Tags: , , , , ,

Altre storie daGoogle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: