Intel, il calcolo quantistico passa per gli spin qubit

Intel è da tempo impegnata in programmi di ricerca sul calcolo quantistico, considerato essere la soluzione ideale per accelerare i progressi scientifici nel campo della chimica, della farmacologia, della modellistica finanziaria e delle previsioni climatiche. Lo sforzo attuato da Intel e dai suoi partner di ricerca è incentrato sul tentativo di sviluppare un sistema di calcolo quantistico che sia “commercialmente valido”, come affermato dalla stessa azienda americana.

Proprio per questo motivo lo studio di questa materia prevede l’analisi di più soluzioni tra loro alternative, considerando il fatto che siamo “al primo miglio di una maratona”, ovvero ancora alla fase iniziale dell’intera ricerca. Sono tanti i problemi che devono essere risolti affinché le soluzioni implementate possano essere immesse sul mercato, inclusa la forma dei processori quantistici, noti anche con il termine qubit.

Un primo filone di ricerca condotto da Intel riguarda allora i qubit superconduttori: l’azienda sta lavorando per sviluppare questa tipologia di chip test, così come stanno già facendo altre realtà nel campo dell’industria e dell’università. In alternativa, la stessa Intel sta investendo tempo e risorse sullo sviluppo di un'altra struttura, basandosi sul know-how acquisito nel tempo nella produzione di transistor al silicio. In questo caso parliamo di spin qubit, processori quantistici che funzionano con il silicio e che possono potenzialmente permettere di superare alcuni ostacoli scientifici “per portare il calcolo quantistico dalla ricerca alla realtà”.


Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Tiger Shop a 477 euro oppure da Amazon a 519 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: