Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

RSS Feed

24/01/2018

Galaxy S8 ed S8 Plus, arrivata la patch di sicurezza di dicembre. Aggiornamento anche per Note 5.


Samsung è sempre al lavoro per ottimizzare l’esperienza degli utenti con i propri dispositivi. A tale scopo, nelle ultime ore, è iniziata la distribuzione di un nuovo aggiornamento contenente la patch di sicurezza di dicembre. Questa riguarderà, per il momento, solo alcuni dispositivi, ovvero il Galaxy S8 (anche nella versione Plus) e il Galaxy Note 5. I primi sono sicuramente tra gli smartphone più innovativi del 2017. Presentati a fine marzo, sono in vendita da fine aprile ed hanno registrato un vero successo. L’aggiornamento, però, arriva anche per un dispositivo dell’azienda sud-coreana più datato. Stiamo parlando, come anticipato, del Note 5, lanciato sul mercato da ormai 2 anni, nell’estate 2015.

Si tratta di tre aggiornamenti che portano con loro l’ultima patch di sicurezza per Android, ovvero quella di dicembre. Per il momento, stanno interessando solo alcune zone del mondo ma saranno presto disponibili anche nelle zone rimanenti. Naturalmente l’aggiornamento è già disponibile in patria, nella Corea del Sud. Stessa cosa dicesi per gli Stati Uniti, dove però riguarda esclusivamente i dispositivi T-Mobile. Gli aggiornamenti per Galaxy S8 e S8 Plus previsti per la Corea del Sud sono contraddistinti, rispettivamente, dai codici G950NKSU1AQL3 e G955NKSU1AQL3.

Per quanto riguarda, invece, i dispositivi statunitensi, i numeri dell’aggiornamento di Galaxy S8 e S8 Plus sono rispettivamente G950USQS2BQL1 e G955USQS2BQL1. Entrambi gli aggiornamento apportano correzioni importanti e nuove funzionalità tutte da scoprire. Per quanto, invece, concerne il Galaxy Note 5, l’aggiornamento è contraddistinto dal codice NRD90M.N920GDDS3CQL4. Su questo c’è da dire che si tratta di un aggiornamento leggerissimo. Pesa, infatti, solo 17 MB. Dal momento che la patch di dicembre è stata lanciata, riteniamo che quanto prima sarà disponibile anche in Europa e nel resto del mondo. Non ci rimane, dunque, che attendere.

Via

Source: Hardware

Altre storie daHardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: