Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 3.363 altri iscritti

RSS Feed

26/04/2018

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo


Nei portatili da gaming ho sempre visto un problema di fondo, un controsenso. Sono delle macchine da tenere sopratutto a casa, da spostare al massimo tra una stanza e l’altra o tra un appartamento e l’altro. Non ci vai al parco e non te li porti in aereo, anche perché le loro prestazioni diminuiscono quando girano a batteria. Il laptop da gioco sta bene a casa, punto. Per questo mi chiedo il senso di tutte le cure estetiche, delle lucine, delle ventole laccate e dei dragoni stampati sul coperchio. Perché aumentare il costo di un prodotto su aspetti che poi restano di contorno? Non sarebbe meglio proporre qualcosa di concentrato sulla resa pratica lasciando al resto l'essenziale? Perché nessuno fa portatili da gaming così?

Capisco l'inserire l'alluminio in Ultrabook da viaggio così da migliorare resistenza e portabilità; capisco far pagare al cliente un extra per il vetro super-resistente di un tablet; capisco curare l'estetica di un All-in-One PC perché dovrà spiccare in uno studio, in un salotto, in un'attività commerciale. Chi compra un portatile progettato per il gioco cerca overclock, display specializzato, utility software per gestire le ventole, tanti GB di spazio, porte comode. E poi è fondamentale che queste macchine reggano sessioni di gioco lunghe ore senza scaldare troppo e senza dare fastidio con le ventole, risultati si ottengono alla svelta se lo spessore del telaio può essere generoso, senza tentativi di ultraportatilità.

Questo è il problema di fondo. Questo è il controsenso. Comprendo le scelte dei produttori di affiancare l'idea di estremo e avveniristico ai loro portatili più ricercati, e lo stesso vale per quei gusti al limite del tamarro che - pare - siano identificativi dela categoria. È un fenomeno in crescita, ancora agli inizi per quel che si può immaginare. L'interesse degli sponsor negli eSPORT è una testimonianza incredibile. Gli eventi stampa delle nuove schede grafiche o dell'ultimo sistema di overclock hanno la stessa imponenza dello smartphone top-di-gamma. Da tre anni, ormai, il mercato si muove verso i gamers - e l'ultimo Computex 2017 di Taipei ne è stata l'ultima conferma.


Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 469 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Game News

Altre storie daVideogiochi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: