Vai a…

GameLive

HiTech - Informazioni dal Mondo digitale

RSS Feed

22/01/2018

Little Nightmares, la nostra recensione


Tarsier Studios è un gruppo di sviluppatori che vale la pena seguire. Dopo la pubblicazione di Inside e la collaborazione dedicata a progetti come LittleBigPlanet e Tearaway Unfolded, i programmatori hanno deciso di dare un taglio alle esperienze dai colori sgargianti ed esplorare tematiche molto più cupe e dark. Con queste premesse, nasce Little Nightmares, avventura ispirata dai racconti dei fratelli Grimm e di Roald Dahl, caratterizzata da un comparto visivo in grado di mettere in soggezione il giocatore grazie ad alcuni escamotage davvero funzionali.

TRAMA

Six è il nome della piccola protagonista. Avvolta in un impermeabile giallo, la ragazzina si trova in una misteriosa location, denominata "Le Fauci", che appare una volta all'anno nelle profondità marine. Il giocatore dovrà cercare di aiutare Six a fuggire dall'angusto luogo. Non vogliamo assolutamente anticipare nulla della trama e di quello che verrà a galla durante lo scorrere delle ore di gioco, ma capiterà spesso e volentieri di fermarsi a riflettere su quello che sta accadendo e avere la continua sensazione che la situazione venga continuamente stravolta.

Lo stile narrativo di Little Nightmares esce dagli schemi classici e viene affidato completamente alle scene mostrate sullo schermo. Sono completamente assenti le righe di testo, dialoghi o approfondimenti aggiuntivi. Il giocatore vivrà l'avventura di Six e partorirà una sua personale idea sui fatti svelati. Purtroppo, la soluzione lascia fin troppo spazio ad interrogativi, soprattutto per quanto riguarda la situazione iniziale e quindi le motivazioni per cui Six è stata fatta prigioniera. Lo stesso vale anche per le fasi conclusive del gioco, che termina in maniera davvero inaspettata.


Top gamma Samsung 2015 al giusto prezzo? Samsung Galaxy S6 è in offerta oggi su a 305 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Game News

Altre storie daVideogiochi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: